Vaccari: "Sono molto felice di rivestire questo ruolo per il secondo anno consecutivo e per questo ringrazio sia il nostro allenatore che le mie compagne..."

Giorgia Vaccari giocatrice della nostra Under 17 è stata riconfermata per il secondo anno consecutivo come capitano della giovane squadra guidata da coach Luca Venturini. In questa intervista Giorgia risponde alle nostre 4 domande svelando le sue sensazioni sull'investitura a capitano e sul come il gruppo sta vivendo questo lungo periodo di periodo di preparazione.

 

Sei il capitano dell'U17, un segno di grande fiducia da parte della società. Un ruolo di grande responsabilità, una figura chiave dello spogliatoio. Cosa significa per te questo ruolo? 

 

"Sono molto felice di rivestire questo ruolo per il secondo anno consecutivo e per questo ringrazio sia il nostro allenatore che le mie compagne per la fiducia che hanno riposto in me. Il fatto che io sia il capitano non implica peró che in qualche modo io possa sentirmi superiore alle mie compagne. Per me essere un vero leader significa infatti saper aiutare le proprie compagne sia in campo che fuori, ma soprattutto motivarle quando si sentono giú di morale affinché mi possano vedere come un vero e proprio punto di riferimento."

 

Come vi trovate assieme nel vostro gruppo e com’è il rapporto con lo staff tecnico?

 

"Questa sarà la mia terza stagione in casa Olympia, fin da subito la società mi ha accolta davvero calorosamente e, proprio per questo motivo non mi sono mai sentita un pesce fuor d’acqua. In poco tempo io e la mia nuova squadra siamo diventatate una vera e propria famiglia e tutt’ora infatti ci supportiamo sempre l’un l’altra nei momenti più difficili e gioiamo insieme dei nostri traguardi, indipendentemente che questi avvengano in campo oppure fuori.

In questi anni siamo cresciute molto sia mentalmente che tecnicamente e penso che questi nostri miglioramenti siano stati agevolati proprio dal bel rapporto che abbiamo. Inoltre dobbiamo molto al nostro coach Luca Venturini perché da 2 stagioni a questa parte si prodiga incessantemente per farci crescere non solo come atlete, ma anche dal punto di vista personale."

 

La società ha investito tanto nell’impiantistica con tanti palazzetti a disposizione di voi atlete. Dove vi allenate (e giocherete), come vi state trovando nell'impianto? 

 

"Si, il patron Giorgio Parodi sta investendo molto in questo progetto il che comporta infatti innumerevoli vantaggi per noi atlete. Io e la mia squadra ci alleniamo e giocheremo le partite di campionato sempre al PalaOlympia di Voltri che per noi non è più un semplice campo da gioco, ma una seconda casa. Grazie al progetto Olympia-Serteco possiamo inoltre usufruire, per quanto riguarda gli  allenamenti congiunti, anche di altri palazzetti come il PalaFigoi e PalaSerteco."

 

Siamo quasi arrivati a un anno senza partite, la voglia di tornare in campo è tanta: come sono stato gli allenamenti in questa fase di preparazione infinita?

 

"Lo scorso anno a causa del Covid il campionato è stato interrotto sul più bello e per noi atlete è stato davvero difficile da accettare. Per i mesi successivi abbiamo continuato ad allenarci online, ma ovviamente non era la stessa cosa.

Ad oggi, dopo quel lungo periodo di blocco, siamo tornate in campo con tantissima voglia di riprenderci quello che ci spettava. Certo, non nego che questa situazione perennemente incerta non ci preoccupi per la possibilità che possano verificarsi ulteriori fermi, ma noi siamo molto fiduciose e motivate.

Stiamo infatti continuando ad allenarci con costanza  per raggiungere il nostro obiettivo: classificarci il più in alto possibile nel nostro girone per accedere alle fasi finali provinciali dando sempre il massimo."

Scrivi commento

Commenti: 0