Subaru Olympia ko contro la capolista Casarza. Coach Valente: «Se giochiamo così ogni partita, i playoff non sono più un sogno»

Soddisfazione a metà per la Subaru Olympia dopo la partita di domenica in casa della capolista Casarza Ligure. Le ragazze di coach Valente perdono 3-1, giocando un primo set abbastanza difficile, chiuso sul 25-10 per le padrone di casa. Nel secondo set, poi, per le gialloblù suona la sveglia e, sul 22-21 per le nostre ragazze, arrivano un paio di decisioni arbitrali molto discutibili che ribaltano il risultato e portano avanti il Casarza, capace di chiudere il punto sul 25-23. Nel terzo set, anche stavolta giocato punto a punto, arriva il 2-1 grazie al 25-23 finale ma poi, nel quarto set, il Casarza chiude i conti, ai vantaggi per 27-25.

 

«Abbiamo giocato un primo set assolutamente da dimenticare - commenta coach Yuri Valente - Nel secondo, invece, la musica è cambiata del tutto e quando eravamo avanti, ci siamo visti fischiare due o tre falli assolutamente incredibili, tanto che mi sono preso anche un cartellino giallo. Il terzo set siamo riuscite a portare a casa il punto, poi nel quarto, di nuovo punto a punto, eravamo sul 24-22 per noi ma poi abbiamo perso il set per un paio di difese sbagliate. Loro hanno dimostrato di essere una squadra più esperta e noi abbiamo pagato un po' di disordine, così come la giovane età di alcune nostre giocatrici e il fatto che le più esperte devono spesso caricarsi la squadra sulle spalle e quindi non sono libere di giocare con la necessaria tranquillità».

 

«Alla fine - prosegue coach Valente - sono abbastanza contento, soprattutto del fatto che abbiamo giocato alla pari per almeno tre set contro una squadra come il Casarza. Credo che un punto per la classifica l'avremmo anche meritato, per quello che abbiamo fatto in campo. Potevamo anche portarcelo via, insomma. E se avessimo vinto il secondo set, non so alla fine come sarebbe andata. In generale, però, posso dirmi soddisfatto di quello che hanno fatto le ragazze. Non era facile venire qui a Casarza e giocare alla pari con una squadra come questa. Se giochiamo così anche nelle altre gare del campionato, i playoff non sono più un sogno».

 

Ora, tutte a casa per le feste natalizie e poi di nuovo in campo sabato 12 gennaio per la sfida interna contro Albaro Volley, alle 21.00 ai Capannoni di Voltri.

Scrivi commento

Commenti: 0